Tempo di bilanci: i miei primi 6 mesi da Nomade Digitale

Shares

Se mi conosci e mi segui da tempo, saprai che amo viaggiare e infatti negli ultimi mesi non sono mai riuscito a star fermo per più di 30 giorni nello stesso posto. Saprai anche che ho deciso di rinunciare alla sicurezza di un posto di lavoro fisso, per inseguire il mio personale sogno di essere libero e decidere indipendentemente quello che voglio fare nella vita, rinunciando a schemi e sicurezze economiche.

Se invece non conosci la mia storia, a Settembre 2013, ho lasciato Londra per dedicarmi ad alcuni progetti personali, lavorando mentre viaggio in giro per il mondo. Iniziare questo percorso è stata la scelta più coerente e in linea con le mie passioni e ambizioni, nonostante sia anche quella più difficile e fuori dalle righe. Mi ero promesso però di fermarmi e fare il punto della situazione sulla mia nuova sfida; per capire se diventare un Nomade Digitale è davvero quello che voglio oppure sono fatto per uno stile di vita differente.

P.S. I Nomadi Digitali sono solitamente imprenditori del web come programmatori, scrittori, blogger etc etc, che hanno deciso di non mettere le radici in un solo luogo ma viaggiano per l’Italia, l’Europa o il Mondo mentre portano avanti il proprio lavoro online.

bilancio nomadi digitali

Ma allora come sono andati questi primi sei mesi di nomadismo digitale? Sei riuscito ad espandere il tuo business? Può essere uno stile di vita per tutti oppure solo per pochi? Ho ricevuto queste e altre domande nelle ultime settimane; con questo articolo voglio tirare le somme sulla mia esperienza nella speranza di essere d’aiuto anche per altri ragazzi e ragazze che cercano informazioni sull’argomento.

Gestire un business online mentre si viaggia, è davvero possibile?

Il grosso punto di domanda che avevo nella testa prima di partire era proprio questo; sarò in grado di arrivare in un paese che non conosco e mettermi al lavoro piuttosto che girare per la città come un turista? Durante tutti i miei viaggi però, sono sempre riuscito a trovare un giusto compromesso tra svago e lavoro. Per riuscirci, tendo a fermarmi più a lungo in un determinato luogo in modo da aver tempo sia per lavorare che per visitare la città in cui mi trovo.

Quindi, la risposta alla domanda iniziale è: si, è possibile; ma ci vuole disciplina e tanta forza di volontà.

Tutti possono intraprendere questo stile di vita?

Si e no, dipende! Devi innanzitutto cambiare mentalità sul modo di lavorare. Se sei una persona che ama il confronto personale con i colleghi, non fa per te. Se ti piace avere una sicurezza economica e uno stipendio fisso a fine mese, ancora, questo stile di vita probabilmente non fa per te. Ma se invece ti piace veder nascere e crescere il tuo progetto personale e oltre a questo senti spesso il bisogno di cambiare orizzonti e non riesci a stare fermo nello stesso luogo per troppo tempo, forse essere Nomadi Digitali è quello che stai cercando.

Ma cosa significa veramente essere Nomadi Digitali?

Come accennato in precedenza, una persona che si definisce Nomade Digitale, solitamente lavora sfruttando le potenzialità del web e si sposta senza avere un luogo fisso dove lavorare e vivere. Quindi se sei un programmatore, un blogger oppure un esperto di web marketing e ami viaggiare, c’è una buona probabilità che puoi iniziare anche tu questo percorso, ma devi essere pronto a cambiare mentalità e stravolgere molti aspetti e abitudini del tuo modo di vivere.

nomade digitale belize

La mia esperienza da Nomade Digitale

Io stesso infatti, sono cambiato molto durante questi 6 mesi.

Innanzitutto ho rifiutato ben 4 offerte di lavoro, perchè per ognuna avrei dovuto accettare nuovamente un posto di lavoro fisso, abbandonando il mio sogno di vivere viaggiando. Puoi pensare che sono pazzo, ma sono convinto del mio progetto e tornare ad un lavoro stanziale vorrebbe dire vanificare tutti gli sforzi fatti fino a questo momento.

Ho imparato anche a non avere orari; se prima ero abituato a lavorare dalle 8 alle 18, da Lunedì a Venerdì, ora posso lavorare molte più ore, nei weekend e anche di notte. Ma non è un problema, perchè sono appassionato a quello che sto facendo e ogni minuto che passo attaccato al mio Mac scrivendo articoli o inviando mail, è un passo avanti per la crescita del mio business. Anche se molti non capiscono o non condividono la mia scelta e pensano sia solo un gioco, per me non lo è affatto.

Ho cambiato prospettiva su molte cose, come ad esempio sul lavoro, sulla felicità e sul viaggio. Una prospettiva alimentata dalla voglia di dimostrare a me stesso e al mondo intero che una vita differente è possibile. Vedo tante persone che non sono felici della propria situazione che però non fanno nulla per migliorarla.

Ho smesso di lamentarmi del traffico ogni mattina per raggiungere l’ufficio e non ho bisogno di fare 2 settimane di vacanze all’anno spendendo tutti i risparmi di 11 mesi di duro lavoro. Ho imparato che il mio tempo è più prezioso di uno stipendio a fine mese e che non ho nemmeno bisogno di tutti i soldi che guadagnavo prima.

Infatti le mie entrate attuali sono molto più basse rispetto a qualche anno fa, ma poter lavorare a qualcosa di cui sono veramente appassionato e avere la possibilità di spostarmi quando ho voglia di farlo, ha un valore maggiore di qualche centinaia di € in più nel mio conto in banca.

Questo per farti capire a te che stai leggendo e ti stai chiedendo Ma potrò fare la stessa cosa anche io? la mia risposta è: se lo faccio io, lo puoi fare sicuramente anche tu! Ma devi cambiare modo di affrontare la vita e il lavoro ed essere determinato fino in fondo ad inseguire il tuo sogno.

Il mio viaggio è appena iniziato ed è probabilmente il più spaventoso ed eccitante che abbia mai intrapreso, ma sono determinato a continuare su questa strada per capire fino a dove posso arrivare.

A circa 6 mesi di distanza sono riuscito a raggiungere tutti gli obiettivi che mi ero prefissato: ho pubblicato il mio primo libro, ho vissuto e viaggiato lontano dall’Italia e sono riuscito a far crescere il mio business. Quindi la scelta più giusta da fare in questo momento della mia vita è quella di seguire il mio istinto, proseguendo il mio strano percorso che mi sta regalando tante soddisfazioni.

Se il mio progetto fallirà, avrò comunque il cuore in pace per aver seguito le mie passioni ed essere stato in grado di iniziare e portare avanti tutto da solo il mio business online.

Ah, se sei curioso di sapere in cosa consiste il mio lavoro, puoi leggere questo articolo.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *